5 Erbe officinali per aiutarti a dimagrire

Il mondo delle diete è costellato di santoni, guru e novità esotiche che, più o meno rapidamente, ci promettono di risolvere i problemi di peso. In questo marasma di informazioni il più delle volte errate e pericolose per la nostra salute una delle tendenze che ha preso piede negli ultimi tempi è rappresentata dai rimedi naturali.

La fitoterapia rappresenta la prima forma di cura dell’uomo che utilizza i benefici e le potenzialità delle piante per la cura di dolori e malattie. L’utilizzo delle erbe officinali quindi rappresenta una scelta indispensabile per chi intende intraprendere un percorso di riduzione del peso corporeo. Ovviamente come per ogni forma terapeutica anche l’utilizzo delle erbe medicinali deve essere equilibrato e associato ad una alimentazione sana e regolare attività fisica.

Chi pretende di ottenere i risultati senza fare sforzi rischia solo di stressare il proprio corpo se non avere delle ripercussioni sulla propria salute. Ma vediamo quali sono le erbe che vengono maggiormente utilizzate e per quali scopi.Il Ginseng

Ginseng. Questa pianta è conosciuta per le sue proprietà a favore del sistema immunitario, il miglioramento della memoria e l’aumento del desiderio sessuale. Il ginseng inoltre si contraddistingue per la sua capacità di migliorare il metabolismo e favorire il consumo di calorie. Ma non solo il ginsengè conosciuto anche per la sua funzione energizzante e il suo utilizzo, durante un periodo di dieta permette di annullare il senso di stanchezza senza assumere necessariamente zuccheri.

Centella asiatica. Non propriamente utilizzata per dimagrire permette di prevenire due difetti fisici come la ritenzione idrica e la cellulite. Assumendo 1 o 2 capsule al giorno lontano dai pasti, quella che comunemente p conosciuta come tigre del prato,favorisce la circolazione sanguigna e protegge le vene e i capillari.

Pilosella. Grazie alla sua funzione drenante è in grado, alla stregua della centella asiatica, di ridurre la ritenzione idrica. Può essere acquistata in forma liquida e presa, 20 gocce, 2 volte al giorno lontano dai pasti.
Quando si inizia una dieta uno degli ostacoli più forti al completamento del proprio ciclo è legato al senso di sazietà. Non sempre infatti la forza di volontà può bastare e abbiamo bisogno di aiuti che ci permettano di superare il senso di fame che il regime alimentare “insolito” ci ha imposto.

Un toccasana in questi casi è il Té di Giava. Indicato sia per combattere la fame e ridurre l’appetito è particolarmente utile in quanto stimola l’attività del fegato oltre a ridurre il colesterolo. Anche in questo caso una tazza per 2 o 3 volte al giorno non potrà che aiutarvi durante la dieta.

Solitamente il tarassaco, comunemente conosciuto per le sue funzionalità diuretiche (non a caso chiamato piscia-letto) viene spesso utilizzato per favorire l’attività del fegato e come integratore dato che presenta importanti livelli di vitamina A e C.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *