Come fare il pesto alla genovese

La vera ricetta del pesto alla genovese risale alla metà dell’Ottocento. Da allora questo sugo è entrato nelle case di tutti gli italiani, ed è amato quasi quanto la salsa di pomodoro. Per quanto è conosciuto oggi, spesso si dà anche per scontato che si sappia la ricetta, e molti provano a prepararlo, sperimentando e a volte sbagliando. Il vero pesto alla genovese però conosce una e una sola ricetta tradizionale. Oggi ve la mostreremo contando le dosi per condire 500 gr di pasta.

Ingredienti:

– 50 gr di Basilico Genovese DOP fresco

– 45 gr di Parmigiano Reggiano DOP stagionato 24 mesi

– 15 gr di Pecorino Sardo stagionato 10 mesi

– 5 cucchiai di Olio Extravergine d’Oliva

– 2 spicchi di aglio dolce di Vessalico

– 2 cucchiai di pinoli

– 1 cucchiaio di sale grosso

Preparazione

Sappiate che prima di iniziare, avrete bisogno di procurarvi anche due attrezzi indispensabili per preparare il vero pesto alla genovese: un pestello di legno e un mortaio di marmo.

Iniziamo quindi prendendo il mortaio e inserendoci l’aglio. Aggiungiamo poi un paio di chicchi di sale e cominciamo a pestare col pestello di legno. Quando si raggiunge un composto amalgamato, aggiungiamo i pinoli e pestiamo.

Ora laviamo delicatamente le foglie di basilico e poi asciughiamole. Dopodiché inserirle una alla volta all’interno del recipiente e nel frattempo pestarle verso i lati del mortaio, facendolo allo stesso tempo roteare nel verso successivo. Aggiungiamo anche il sale grosso a poco a poco, poi unirci anche il Parmigiano, il Pecorino, e l’olio a filo lentamente.

Continuate a pestare con decisione ma non con violenza. Il vostro pesto è pronto per essere conservato.

Come conservare il pesto appena fatto

Spesso, con tutta la fatica che ci vuole a creare un pesto perfetto, non si trova la voglia o il tempo di riprepararlo ogni volta che abbiamo voglia di condire la pasta con questo sugo speciale. Perciò sarà bene quella volta farne una quantità maggiore, da poter conservare e tirare fuori quando ci servirà. Il pesto appena fatto si conserverà bene all’interno del frigo per qualche giorno. Oppure potrete pensare addirittura di congelarlo. È consigliato, se dovete fare ciò, farlo prima di aver aggiunto il formaggio, si manterrà meglio. Mettetelo ora in dei piccoli vasetti di vetro e inseriteli nel freezer. Qualche ora prima del condimento della pasta, togliete i vasetti che vi servono e prima di servire versateci un filo d’olio sopra

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *