Crudismo principi e benefici

Il crudismo è un regime alimentare che prevede il consumo di alimenti crudi e non lavorati, preferibilmente di provenienza bio.

crudismo salute e benessere alimentare

Si trovano cenni storici al crudismo nel testo sacro “Il Vangelo della Pace” del gruppo ebraico degli Esseni, poi ripreso nel ‘900 da medici indipendenti o naturisti con motivazioni essenzialmente salutistiche.

Principio base del crudismo

Il principio alla base del crudismo è legato al fatto che il cibo cotto viene ritenuto dannoso per l’organismo. Le alte temperature distruggerebbero gli enzimi presenti naturalmente negli alimenti (come lipasi, proteasi e amilasi).

Il corpo dovrebbe quindi produrre i propri enzimi digestivi comportando un notevole dispendio energetico ed una minore efficacia, ma non solo il calore della cottura distruggerebbe anche vitamine e microrganismi utili a rafforzare la flora intestinale subirebbero l’azione distruttiva esercitata dal calore della cottura.

Le convinzioni sono diverse su questo regime alimentare visto che gli enzimi anche se non sottoposti a cottura tendono ad essere scissi in molecole e denaturati una volta a contatto con il PH gastrico e per via dei processi chimici a livello intestinale. Inoltre, il procedimento di cottura può anche favorire e facilitare i processi digestivi, oltre a permettere l’assorbimento di alcuni nutrienti.

E’ un regime alimentare restrittivo che non va comunque iniziato da un giorno all’altro e sarebbe opportuno essere seguiti, almeno all’inizio, da un nutrizionista specializzato in materia.

Benefici

Uno degli aspetti positivi più evidente è la preparazione dei cibi non dovendo essere sottoposti a cottura, quindi molto pratica e facile da portare con sé per un pranzo fuori casa e al lavoro.

I benefici del crudismo sull’organismo sono:

  • riduzione delle allergie ai cibi;
  • riduzione dei problemi digestivi, per il grande apporto di fibre che aiutano a depurare l’organismo;
  • rafforza il sistema immunitario, grazie alla grande quantità di vitamine di frutta e verdure;
  • abbassa il colesterolo;
  • si tiene sotto controllo il peso, perché è priva di grassi;
  • la pelle appare più giovane e idratata;
  • si rinforzano unghie e capelli.

Inoltre la dieta crudista sembra limitare l’ansia e stanchezza, donando maggiore energia e buon umore, poiché si mangiano cibi non raffinati e privi di sostanze chimiche che non appesantiscono l’organismo e non lo caricano di tossine difficili da eliminare.

Alimenti consigliati

Fra gli alimenti consigliati, troviamo:

  • frutti esotici particolarmente nutrienti, come avocado, datteri, papaya;
  • alghe e germogli;
  • super-cibi come bacche di Goji ed erba di grano;
  • semi oleosi;
  • frutta secca fra cui noci e nocciole, mandorle e anacardi, ottimi per creare anche delle creme fatte in casa;
  • spezie e oli sono un altro elemento chiave di questo regime alimentare per insaporire i cibi
  • farine di cocco, burro di cacao ed il cacao in polvere, ideali per la realizzazione di dolci.

I cibi vanno conditi con olio e spezie, e vanno preferiti sempre quelli biologici o ancora meglio a km 0.

Combinazioni alimentari nell’alimentazione crudista

Al fine di evitare digestione lenta, gonfiore addominale e bruciori di stomaco, è bene rispettare alcune semplici regole circa la corretta combinazione dei cibi:

  • la frutta, che si digerisce molto velocemente, andrebbe consumata da sola;
  • succhi di frutta e verdura andrebbero assunti a stomaco vuoto e mai all’interno di un pasto, poiché se ne potrebbe rallentare la digestione;
  • frutti esotici come l’avocado che si combina bene sia con altri frutti che con la verdura.
Integratori Consigliati ai nostri lettori
African Mango Garcinia Cambogia

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *