Gli additivi alimentari e coloranti alimentari artificiali

Quali sono gli alimenti trasformati? Fanno male?

Scoprilo proseguendo nella lettura di questo articolo! Forse, senza neanche saperlo, stai mangiando alimenti trasformati, attentando così alla tua salute! Quando si parla di prodotti alimentari trasformati, si intendono prodotti alimentari creati con pratiche che vanno dai coloranti commerciali alimentari agli additivi artificiali e conservanti.

La trasformazione commerciale include anche tutto ciò che è fatto all’alimentazione al di fuori delle condizioni naturali, come il cibo. Diamo uno sguardo ad alcune delle più comuni sostanze commerciali nei nostri alimenti.

Additivi alimentari

Le aziende alimentari aggiungono circa 3.000 sostanze ai loro prodotti  per renderli altamente appetibili, per ridurre i costi, aumentare le vendite, e far sì che il loro cibo durerà sugli scaffali dei negozi per un tempo molto lungo. Ecco alcune delle tossine che vengono intenzionalmente aggiunte agli alimenti elaborati.

Butilidrossitoluene (BHT)

Il BHT è un additivo alimentare, di solito usato come antiossidante per ritardare l’irrancidimento. Il nome chimico è Butilidrossitoluene. Questo additivo comune è incluso in molti alimenti trattati, cosmetici e farmaceutici. L’Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro (IARC), che è un braccio della Organizzazione Mondiale della Sanità, ritiene  che il BHT possa essere un possibile cancerogeno e andrebbe  evitato.

La Commissione europea ha classificato il BHA come ‘noto intossicante umano’ e l’UE ha vietato e limitato il suo utilizzo, ma è ancora approvato come additivo alimentare nell’Unione europea con la sigla E321 e negli Stati Uniti da parte della FDA.

Sciroppo di fruttosio (HFC)

Lo sciroppo di fruttosio di mais è diventato il primario dolcificante in tutti i tipi di alimenti, dalle bevande analcoliche a base di cereali, yogurt, zuppe, torte e alle salse. Questo perché è molto meno costoso dello zucchero da tavola. Purtroppo, l’HFC contiene anche  mercurio, che è una delle peggiori tossine per l’uomo. Questa forma chimica di fruttosio è anche stato collegato a carie, emicranie, diabete, obesità e cancro. Il nostro consiglio è quello di iniziare a tagliare la quantità di sciroppo di fruttosio di mais.

Il glutammato monosodico (MSG)

Una vasta gamma di prodotti alimentari trasformati includono MSG – un additivo comune che esalta il gusto del cibo. L’MSG è stato segnalato come fonte di:

  • nausea
  • crampi
  • vertigini
  • palpitazioni cardiache
  • intorpidimento
  • emicranie
  • sbalzi d’umore e confusione mentale.

Identificare coloranti alimentari comuni

Blu 1 (E133) e Blue 2 (E132): Utilizzati in prodotti da forno, caramelle, e bevande. Entrambi i coloranti sono stati collegati a cancro nei test con i topi.

Verde 3 (E143): Utilizzato in salse, gelatine, in piselli in scatola verde, miscele di panetteria secca, pesce e dessert. Questo colorante è stato collegato a insorgenze di tumore e cancro alla vescica.

Arancione B: Approvato per l’uso di involucri di hot dog e salsiccia. Questo colorante è stato associato con ostruzione urinaria.

Rosso 3 (E127): spruzzato su ciliegie fresche da alcuni produttori e usato in cocktail di frutta, prodotti da forno, e dolci. Gli studi sugli animali hanno dimostrato che può promuovere il tumore tiroideo.

Rosso 40 (E129): Utilizzato in snack, bevande e cosmetici. Questo colorante è stato collegato a disturbi di iperattività.

Giallo 5 (E102): Utilizzato nelle bevande analcoliche, patatine fritte, marmellate, gelatine, biscotti e cereali per la colazione. Questo colorante è fortemente associato a iperattività e capricci dei bambini.

Giallo 6 (E110): Uno dei coloranti più utilizzati per la produzione di salsiccia, gelatina, prodotti da forno, caramelle e bevande. Esso è stato collegato a tumori delle ghiandole surrenali e renali.

Ricorda inoltre che molti di questi prodotti chimici di colore possono anche contenere metalli pesanti!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *