Il Segreto di una Alimentazione Corretta

Siamo nel 2012 e ancora non è stato inventato l’elisir di lunga vita, né abbiamo trovato un altro modo per rimanere eternamente giovani. Sembra quindi che siamo destinati a invecchiare e morire senza nessuna pietà per la nostra vita e gli anni che avanzano; anziché apparire sempre più belli e continuare a perdere peso in modo naturale, sembriamo destinati a diventare brutti, sformati e grassi; eppure un modo per rimanere sempre giovani c’è. E’ un segreto che è alla portata di tutti e che una volta che ne veniamo a conoscenza possiamo applicarlo sin da subito. Un segreto facile da conoscere, capire e applicare: è il segreto di un’alimentazione corretta.

Mi chiederete cosa c’entra un alimentazione corretta con il rimanere giovani per sempre ed io vi rispondo che c’entra eccome. Noi siamo quello che mangiamo, perché siamo un’unica entità composta di mente e corpo chiamata “identità corporea”. Solo mantenendo un equilibrio tra mente e corpo, attraverso una dieta equilibrata, possiamo permettere al nostro corpo e alla nostra mente di rimanere sempre giovani e belli. Solo con una dieta accurata potremo guarire dai nostri dolori e perdere peso superfluo. Certo la giovinezza dei venti anni passerà per tutti e nonostante qualsiasi dieta, ma crescere rimanendo sempre esteticamente e psicologicamente “giovanili” è il segreto di un viver bene che inizia dall’infanzia e dalla conoscenza delle regole basi di un’alimentazione corretta.

La prima regola alimentare è anche la più importante: conosci te stesso!

Non esiste un alimentazione corretta universalmente adatta a chiunque. Non esistono una dieta, una corretta abitudine o tradizione applicabile per chiunque. Per quanto alcuni consigli possano essere saggi e giusti, vanno sempre rapportati con la propria “identità corporea” poiché ciascuno di noi è diverso e funziona in modo differente seppure spesso similmente. Perciò dovrete conoscere le vostre intolleranze alimentari per sapere cosa non introdurre nella vostra dieta, a prescindere da quanto quella cosa possa genericamente fare bene: esempio i crostacei sono un ottimo alimento essendo un buon prodotto del mare, un valido sostituto della carne, ma non per chi ha gravi problemi legati all’istamina che potrebbe quindi avere gravi reazioni allergiche con la loro assunzione. Poi dovete conoscere il vostro peso corporeo e calcolare secondo quello il vostro fabbisogno, anche per poter perdere peso superfluo: per esempio una ragazzina studentessa di dodici anni non può seguire la stessa alimentazione corretta di un uomo di trentacinque anni che fa pugilato a livello agonistico.Fare le scelte migliori per una sana alimentazione

Poi dovete conoscere i vostri problemi a livello di salute e seguire un’alimentazione corretta che possa pareggiare o addirittura curare quei problemi: ad esempio se soffrite di cattiva circolazione sanguigna dovrete concentrarvi ad assumere, tramite una dieta ragionata, quei cibi che possano aiutare una corretta fluidità del sangue. Inoltre dovrete conoscere i vostri bisogni perché spesso quando sono sinceri, sono fattori di allarme, se avete voglia di qualcosa, probabilmente avete bisogno di qualcosa: il problema è capire di cosa avete bisogno, spesso infatti non riusciamo a capire le richieste del nostro corpo ed interpretiamo gli impulsi in modo errato, magari abbiamo bisogno di acqua ed invece pensiamo di avere fame, magari abbiamo bisogno di affetto e di comprensione da parte di qualcuno e crediamo anche in questo caso di avere solo fame (fame nervosa).

La seconda regola alimentare è anche la più semplice: Bere!

Noi siamo composti fino al 75% di acqua sulla totalità del peso corporeo, per cui se non beviamo deperiamo. Tutti nostri organi, tessuti, le ossa e il resto sono composti in buona percentuale d’acqua. Se non apportiamo una giusta quantità giornaliera, esponiamo il nostro corpo ad un rapido deperimento sia funzionale sia estetico. Ma non fate l’errore di sostituire la parola “acqua” con un più generico “Liquido” e credervi così autorizzati ad un eccessivo uso di bevande, succhi di frutta ed altro nella vostra dieta. L’unica vero liquido di cui il corpo ha bisogno è l’acqua naturale NON frizzante. Due litri al giorno almeno.

La terza regola alimentare è: prestare attenzione a cosa NON mangiare

Se la prima regola è quella di conoscere se stessi e quindi scegliere il cibo più adatto alle nostre esigenze, questa terza regola si concentra invece su cosa dobbiamo imparare a riconoscere come superfluo, non adatto o addirittura nocivo per la nostra salute. Il discorso sulle intolleranze alimentari è basilare, ma ci sono alcune indicazioni genericamente valide: limitare carboidrati, latticini, grassi in ogni dieta. Oltre a queste ci sono le indicazioni individuali: soffrite di acidità? Allora evitate cibi acidi. Soffrite di coliche? Allora evitate i molti alimenti che possono causare meteorismo. Soffrite di pressione alta? Evitate tutti quegli alimenti che aiutano ad alzare la pressione. Soffrite di obesità? Allora cercate tutti quegli alimenti che potrebbero aiutarvi a perdere peso ad esempio accelerando il metabolismo.

Per concludere, solo con una dieta accurata, bevendo molto, mangiando il miglior cibo selezionato per le nostre esigenze, ed evitando con cura tutto ciò che potrebbe danneggiarci, rimarremo per sempre giovanili ed in ottima, forma, senza molti problemi di salute e con un invidiabile splendida forma psicologica.

Articolo a cura di “FilippoStefano”

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *