Lavorare in proprio: ecco come regolare la vostra alimentazione

Quando si diventa freelance si deve cambiare molte cose della propria quotidianità. Dalla gestione della produttività lavorativa all’allestimento della propria postazione di lavoro. Insomma moltissime cose cambiano tra queste anche la nostra alimentazione.

Quando si diventa freelance appena i primi tempi si tende ad avere un’alimentazione un po’ sregolata dettata da ritmi lavorativi intensi e spesso anche dall’accresciuto livello di stress.

Questo però a lungo andare può portare ad un aumento del peso, a problemi gastrici e di tanto in tanto, ad un sonno non riposante.

Come fare quindi per regolare la vostra alimentazione?

Cominciate dal mattino presto concedendovi tutto il tempo di cui avete bisogno per una abbondante colazione che vi aiuti ad iniziare bene la giornata. Latticini magri, cereali integrali e semi oleosi sono un ottima proposta ma anche una colazione salata può essere un’ottima alternativa. Una colazione “vera e propria” e non cornetto e cappuccino al bar.

A metà mattina concedetevi uno spuntino leggero. Questo non solo vi consentirà di arrivare all’ora di pranzo senza troppa fame ma vi consentirà di fare un break durante il quale svagarvi un attimo per poi tornare al lavoro più freschi.

A pranzo la parola d’ordine deve essere limitare al massimo i carboidrati. Aggiungete piuttosto un po’ di proteine in più che aiutano a raggiungere prima il senso di sazietà. E’ importante non concedersi pranzi troppo abbondanti al fine di non trasformare il pranzo in un’odissea digestiva, compromettendo di fatto la produttività lavorativa.

Soprattutto non cedete alla facile lusinga del cibo pronto o della pausa pranzo al bar. Questi alimenti infatti per risultare così appetitosi sono extra conditi e con un livello di sapidità di molto maggiore al normale. Questo si traduce in un apporto extra di grassi e sale di cui non avete certamente bisogno. Senza contare che poi mangiare sempre fuori richiede anche una spesa superiore a quella che sosterreste per una spesa normale.

Al pomeriggio come al mattino, concedevi un break a base di frutta fresca.

A cena cercate di mantenervi leggeri mangiando carni bianche, verdure cotte al vapore ed in generale evitando i fritti e le sostanze eccitanti.

Importante inoltre non eccedere con il caffè, soprattutto quando i ritmi lavorativi si fanno intensi. Se proprio avete bisogno di un “boost energetico” concedetevi un quadratino di cioccolato fondente o una tazza di thè verde Macha o caffè verde.

Ed infine non dimenticatevi dell’attività fisica. All’inizio potrebbe essere difficile ritagliarvi dei momenti per lo sport ma vedrete che ne varrà la pena.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *