Reishi: il fungo orientale dalle proprietà medicinali

Il Ganoderma lucidum, detto anche Reishi, sembra possedere molteplici proprietà benefiche. Cinesi e giapponesi lo considerano un elisir di lunga vita, il rimedio naturale per eccellenza per combattere numerose malattie, per questo è stato studiato per 20 anni e ancora oggi gli studiosi ne approfondiscono le sue proprietà.

Scopriamo insieme le sue caratteristiche.

Cos’è il Reishi

E’ fungo parassita tipico degli alberi di quercia e castagno dalla consistenza dura e legnosa. Necessita per vivere di un substrato legnoso in decomposizione, per questo è detto anche fungo parassita.

Così come lo si vede sugli alberi non è commestibile ma deve venire essiccato e poi ridotto in polvere per il suo consumo. Utilizzato per preparare infusi, decotti, liquori ma anche compresse.

L’alto numero di Tannini ed il suo sapore amaro, rendono questo fungo di scarso interesse culinario.

Cresce a partire dalla primavera inoltrata fino all’autunno successivo, è di colore marrone e può avere un diametro fino a 15 centimetri.

Proprietà

Il Reishi contiene polisaccaridi utili a stimolare il sistema immunitario e peptidi Lz-8, che regolano la pressione sanguigna e riducono il colesterolo.

Inoltre il Ganoderma lucidum contiene germanio organico, con proprietà antivirali e antinfiammatorie, acidi oleici e ganoderici.

Sono presenti anche  minerali come ferro, zinco, rame, manganese, magnesio, potassio, calcio inoltre è anche ricco di vitamine come: vitamina B, amminoacidi, glucosio, galattosio, mannosio, adenosina.

Il Ganoderma Lucidum può essere considerato un alimento adattogeno, in quanto aiuta il corpo a superare situazioni e periodi caratterizzati da sforzi fisici e mentali notevoli.

Sembrerebbe utile anche in presenza di reazioni allergiche di lieve entità per la capacità di contrastare la liberazione di istamina.

E’ un fungo ancora in fase di studio pertanto in caso di problemi particolari è bene rivolgersi al proprio medico curante per chiederne un parere.

Controindicazioni

Così come per altri preparati naturali e per i funghi in generale vi sono delle controindicazioni all’assunzione del Reishi. Non deve essere assunto in caso di ipersensibilità o reazione allergiche ai funghi, né se si soffre di pressione bassa e ipoglicemia.

Evitare l’assunzione contemporaneamente a medicinali come gli anticoagulanti, gli immunosoppressori, i medicinali per il controllo del colesterolo, i cortisonici.

Vietato in gravidanza e durante l’allattamento.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *