Rimedi naturali per sbiancare i denti

A causa di tanti elementi differenti, come cibo, caffè, sigarette, scarsa igiene dentale, andando avanti col tempo si vanno a creare delle macchie nei denti che spesso non vengono via se non prenotando una seduta di sbiancamento dal dentista.

Lo sbiancamento dei denti dal dentista però non è idoneo a tutti, in alcuni casi è sconsigliato perchè indebolisce il dente e lo rende ancora più soggetto alle carie per questo è possibile ricorrere a rimedi per sbiancare i denti che sono incredibilmente efficaci.

Rimedi naturali per sbiancare i denti: limone e arancia

L’arancia ed il limone sono da sempre dei rimedi naturali con proprietà disinfettanti popolarmente utilizzati per risolvere vari problemi, soprattutto sono ottimi per sbiancare i denti.

Come fare a sbiancare i denti con limone e arancia?

Bisogna prendere la buccia dei due agrumi (il limone è più efficace), e strofinare delicatamente la parte interna e la parte esterna direttamente sui denti. Dopo una massimo due settimane si potrà notare la differenza. Il limone e l’arancia però non vanno utilizzati sui denti troppo di frequente, perché a causa della loro forte acidità rischiano di rovinare lo smalto dentale.

Rimedi naturali per sbiancare i denti: mela

Le mele riescono a funzionare in modo diretto e semplice sullo sbiancamento dei denti, in modo totalmente naturale e senza recare alcun tipo di danno allo smalto. Questo frutto infatti, a parte tutti i pregi che possiede, è in grado di aumentare e velocizzare all’interno della bocca il processo di salivazione, e non tutti sanno che la saliva è il più potente disinfettante naturale che possa esistere.

La mela inoltre contiene una grande dose di acido malico, che risulta essere ottimo per sbiancare e per uccidere i batteri all’interno del cavo orale, diminuendo l’alito cattivo.

Rimedi naturali per sbiancare i denti: acqua ossigenata

L’acqua ossigenata potrebbe essere considerata come lo sbiancante dentale prediletto, è il più efficace di tutti, ma va utilizzato con molta attenzione. Va lasciata cadere una, massimo due gocce di acqua ossigenata 3% su un batuffolo di cotone e si applica direttamente sui denti passandola in modo delicato.

Questa soluzione però non va usata in modo frequente, perché se è vero che l’acqua ossigenata è un rimedio naturale, è altrettanto vero che ha degli effetti corrosivi. È fondamentale quindi fare attenzione a non ingerire assolutamente l’acqua ossigenata e limitarne l’utilizzo di qualche goccia sui denti occasionalmente.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *